Skip to content, sitemap or skip to search.

Free Software Foundation

Personal tools
Join now
 
You are here: Home Italiano 5 motivi per evitare l'iPhone 3G

5 motivi per evitare l'iPhone 3G

by edo1493 Contributions Published on Jan 05, 2010 11:09 AM
traduzione a cura del gruppo traduzioni LibrePlanet Italia

5 motivi concreti per evitare iPhone 3G:

  • iPhone blocca completamente il software libero. Gli sviluppatori devono pagare una tassa ad Apple, che diventa l'unica autorità che decide ciò che può e non può essere installato sul telefono di ogni persona.
  • iPhone approva e supporta il Sistema di Gestione delle Restrizioni Digitali (DRM).
  • iPhone scopre dove ti trovi e dà ad altre persone la possibilità di rintracciare la tua posizione senza che tu te ne accorga.
  • iPhone non riproduce formati liberi da brevetto e DRM come Ogg Vorbis e Theora.
  • iPhone non è l'unica possibilità. Ci sono migliori alternative all'orizzonte che rispettano la tua libertà, non ti spiano, riproducono formati multimediali liberi, e ti permettono di usare software libero -- come il FreeRunner.

"Questo è il telefono che ha cambiato per sempre i telefoni" ha detto Jobs.

Siamo d'accordo. Jobs, venditore di fumo non soddisfatto della sua impresa di far entrare software proprietario e sistema DRM in casa tua, ha messo gli occhi sulla possibilità di metterti DRM e software proprietario anche in tasca.

C'è una motivo se è stata data una tale importanza al design dell'iPhone. C'è un motivo se Apple è cosi preoccupata che non si veda la chiusura della scocca posteriore , tanto da non lasciarti cambiare nemmeno la batteria del tuo telefono.

Apple, attraverso le sue tecniche di marketing e di design, crea l'illusione che solo per il fatto di acquistare un Apple diventi parte di una comunità alternativa. Ma la tecnologia che usano è scelta espressamente per isolare le persone in celle digitali, e mettere Apple come unico guardiano. Quando i tuoi affari dipendono dalle persone che pagano per il privilegio di essere rinchiuse, ti conviene che la prigione appaia bella e lussuosa, e che le sbarre non siano troppo visibili.

Calma, rinchiuso? Prigione? È un telefono. Non stiamo diventando un po' estremi?

Purtroppo, non lo siamo. Estremi in questo caso sono Jobs e Apple. L'iPhone è un attacco a valori antichi e fondamentali -- il valore secondo cui sono le persone ad avere il controllo sulle loro cose e non le cose il controllo su di loro, il diritto di comunicare liberamente e condividere con gli altri, e l'importanza della privacy.

L'iPhone fa telefonate, ma non è solo un telefono. È un computer più potente, quanto ad hardware, rispetto a quelli che potevamo avere sulle nostre scrivanie fino a pochi anni fa. È anche un dispositivo di tracciamento e, come gli altri telefoni proprietari con GPS, può trasmettere la posizione in cui ti trovi senza che tu lo sappia.

Nel Novembre 2007 3.3 miliardi di persone nel mondo avevano il telefono cellulare, e il numero continua a crescere rapidamente. Per molte di queste persone, il telefono sta diventando il loro computer principale. È fondamentale per le loro comunicazioni e lo portano sempre dietro. Di tutte le tecnologie che potrebbero rivoltarsi contro i loro utenti, questa è una delle più inquietanti.

Ma c'è un'importante differenza tra iPhone e i vecchi computer: l'iPhone è difettoso da progetto. In teoria è in grado di eseguire vari tipi di programmi, ma le applicazioni software e i file multimediali sono limitati dal sistema DRM chiamato ironicamente da Apple "FairPlay".

FoulPlay

[NdT: si è preferito lasciare il termine inglese FoulPlay per mantenere il gioco di parole con "FairPlay" (gioco corretto). FoulPlay si potrebbe tradurre con: "gioco sporco")]

Il sistema DRM di Apple controlla le tue attività e ti dice ciò che hai o non hai il permesso di fare. Quello che non hai il permesso di fare è installare qualsiasi software non piaccia ad Apple. Questa restrizione impedisce di installare software libero -- software i cui autori vogliono tu condivida, possa copiare e modificare liberamente.

Il software libero ci ha dato molte cose entusiasmanti sul desktop -- il sistema operativo GNU/Linux, il browser Firefox, la suite OpenOffice.org, il webserver Apache su cui girano la maggior parte dei siti web in internet. Perchè dovremmo voler comprare un computer che fa di tutto per ostacolare la libertà di questi creatori?

Questo sistema non è l'unico FoulPlay di Apple. L'iPhone ora può essere attivato soltanto nei negozi -- nonostante negli Stati Uniti, il Registro dei Copyright, abbia stabilito che i consumatori hanno il diritto di sbloccare i loro telefoni e di passare a un altro gestore.

Puntare il dito (e non intendiamo sul touchscreen)

Jobs vorrebbe farci credere che tutte queste restrizioni sono necessarie. Annuisce e acconsente quando ce ne lamentiamo, e dice che non piacciono nemmeno a lui. Sostiene che Apple è costretta a includerle per il nostro bene -- per la sicurezza di tutta la rete telefonica, e per permettere l'accesso a tutti i film e la musica che vogliamo.

Però è passato un anno e mezzo da quando Jobs, sotto la pressione dell'opinione pubblica, ha preso una posizione chiara contro il DRM e in favore della libertà. Con molte esitazioni, ha permesso a una manciata di file liberi da DRM di andare su iTunes, ma ha mantenuto il vincolo che essi vengano acquistati usando il software proprietario iTunes infetto da DRM. Da allora, non ha fatto assolutamente nulla per mettere in pratica quanto detto. Nella sua avventura in campo cinematografico aveva sempre spinto sul DRM. E ora lo sta portando anche sulle applicazioni software per cellulari. È ormai chiaro che quelle parole erano una tattica per calmare l'opposizione.

La verità è che ci sono migliaia di creatori di software, musica, e contenuti multimediali che vogliono condividere il loro lavoro più liberamente. È buffo -- quanto riprovevole -- che il sistema operativo di Apple, OS X, sia in gran parte costruito su software scritto da persone che hanno volontariamente messo a disposizione il loro lavoro in modo che possa essere copiato, modificato e migliorato liberamente. Quando le persone sono libere di manipolare, creare e innovare, ottengono creazioni stimolanti e utili. Alcuni stanno già scrivendo il loro software libero per piattaforme mobili. La rete telefonica è ancora in piedi.

Sappiamo che Jobs ha paura della concorrenza, e sta tessendo minacce e scuse. Questa è semplicemente una decisione economica, ed è un tipo di economia che non dovremmo sostenere. Jobs vuole che l'iPhone ti limiti perché vuole i tuoi soldi e aumentare il controllo è un mezzo per ottenerli -- vuole prendere il più possibile da te, darti il meno possibile, e mantenere i suoi costi al minimo assoluto. Sta cercando di assicurarsi che nessuno scriva software per l'iPhone per fare cose che non vuole l'iPhone faccia -- software di questo tipo potrebbe rendere il FoulPlay meno "foul" [NdT: rendere il Gioco Sporco meno sporco], riprodurre formati multimediali alternativi, mostrare all'utente esattamente quello che è stato comunicato dal telefono alle persone che lo tengono sotto controllo, o anche disabilitare la trasmissione di quelle informazioni.

Creiamo il futuro che vogliamo

Per fortuna, saremo presto in grado di avere tutte le comodità di un computer portatile che fa anche telefonate senza vendere la nostra libertà a Apple, Microsoft, BlackBerry, o chiunque altro. Il Neo FreeRunner è un promettente telefono con software libero, sviluppato in collaborazione con la stessa comunità mondiale responsabile per il sistema operativo GNU/Linux. Questi sono i creatori che vogliono condividere il loro lavoro e vogliono che tu, come tutti gli altri, possa fare ciò che loro hanno fatto -- costruire sul lavoro di persone che sono venute prima per creare dispositivi nuovi e più potenti.

Anche Jobs ha costruito sul lavoro di persone venute prima di lui, solo che la sua risposta è stata quella di tagliare i ponti e cercare di impedire a qualsiasi altra persona di fare altrettanto. I suoi clienti si stanno ribellando -- secondo dati Apple nell'ottobre 2007, più di 250 mila iPhone, su 1,4 milioni di unità vendute, sono stati sbloccati dai loro utenti. Invece di incoraggiare questa tendenza, Jobs pensa che dovrebbe essere fermata.

Abbiamo una scelta. Il FreeRunner non fa ancora tutto quello che fa l'iPhone e certamento non è così bello. Ma il fatto che sia supportato da una comunità mondiale di persone piuttosto che da una sola entità avida, disonesta e segreta lo mette, in termini di potenziale, anni luce avanti. Possiamo scambiare la nostra libertà e i nostri soldi per qualcosa che in apparenza luccica, o possiamo spendere un po più di soldi, tenerci la nostra libertà, e sostenere un migliore modello economico. Se vogliamo che l'economia sia etica, dobbiamo premiare quella che lo è. Evitando di arricchire compagnie che vogliono toglierci la nostra libertà e ricompensando quelle che ci rispettano, contribuiremo a realizzare un futuro migliore.

Per maggiori informazioni:

Traduzioni:

Document Actions

The FSF is a charity with a worldwide mission to advance software freedom — learn about our history and work.

fsf.org is powered by:

 

Send your feedback on our translations and new translations of pages to campaigns@fsf.org.