Skip to content, sitemap or skip to search.

Free Software Foundation

Personal tools
Join now
 
You are here: Home Italiano iPad è iBad per la libertà

iPad è iBad per la libertà

by edo1493 Contributions Published on Feb 02, 2010 02:04 PM
Con il nuovo dispositivo portatile Apple ha dato una spinta senza precedenti all' estensione dei DRM ad una nuova classe di computer.

SAN FRANCISCO, California, USA -- Mercoledì, Gennaio 27, 2010 -- Nel momento in cui Jobs e la Apple si preparavano ad annucciare il loro nuovo dispositivo tablet, attivisti che si sono opposti al Digital Restrictions Management (DRM) dal gruppo Defective by Design erano a disposizione per attirare l'attenzione dei media verso le crescenti restrizioni che la Apple sta mettendo in atto sui computer. Il gruppo si è posizionato nella "Apple Restriction Zones" lungo gli accessi al centro Yerba Buena per le Arti in San Francisco, informando i giornalisti riguardo ai diritti che avrebbero abbandonato con Apple, prima di entrare.

I DRM sono usati dalla Apple per restringere la libertà degli utenti in vari modi, includendo il blocco dell'installazione del software che proviene da altre fonti eccetto che dall'Application Store ufficiale, e regolando ogni uso dei film scaricati da iTunes. Inoltre la Apple ritiene che eludere queste restrizioni sia un'offesa criminale, anche per scopi che sono permessi dalla legge sul copyright.

Organizzando la protesta, il manager delle operazioni della Free Software Foundation (FSF) John Sullivan ha detto, "La nostra campagna Defective by Design ha una storia di successo che mira ad allontanare la Apple dalle sue politiche DRM. Abbiamo organizzato azioni e proteste designando come obiettivo l'eliminazione della musica iTunes DRM dagli Apple Store, e sotto pressione Steve Jobs rimosse i DRM dalla musica. Noi siamo qui oggi per inviare lo stesso messaggio riguardo le altre restrizioni che la Apple sta imponendo sul software, sugli ebook, e sui film. Se Jobs e la Apple sono attualmente impegnati nella creatività, nella libertà, e nell'individualità, dovrebbero provarlo eliminando le restrizioni che rendono la creatività e la libertà illegali."

Il gruppo sta chiedendo ai cittadini di firmare una petizione invitando Steve Jobs a rimuovere i DRM dai dispositivi Apple. La petizione può essere trovata a http://www.defectivebydesign.org/ipad.

"Maggiore attenzione deve essere rivolta alla infrastruttura informatica della nostra società da cui sta diventando dipendente. L'anno scorso abbiamo visto come gli attivisti per la democrazia e i diritti umani abbiano visto ritorcersi contro di loro - per mano delle stesse aziende che glieli fornivano - i prodotti e i servizi su cui contavano. Il tuo computer dovrebbe essere sotto il tuo controllo. Imponendo queste restrizioni agli utenti, Steve Jobs sta costruendo un lascito che mette in pericolo la nostra libertà a favore dei suoi profitti," ha detto il direttore esecutivo Peter Brown.

Come see our latest restriction

Altri critici del DRM hanno asserito che la Apple non è responsabile, e che è l'editore che insiste sulle restrizioni. Tuttavia, riguardo all'iPhone ed al suo nuovo tablet, la Apple non da modo di rinunciare alle restrizioni -- sebbene gli autori di software libero e della libera cultura vogliono dare permessi legali agli utenti di condividere il loro lavoro.

"Questo è un grande passo indietro nella storia dell'informatica," ha detto Holmes Wilson della FSF, " Se i primi computer avessero richiesto permessi dei costruttori per ogni nuovo programma o nuova caratteristica, la storia dell'informatica sarebbe tristemente totalitaria come l'ambientazione del famoso spot della Apple al superbowl."

La Free Software Foundation

La Free Software Foundation, fondata nel 1985, si dedica alla difesa del diritto degli utenti di computer di usare, studiare, copiare, modificare e redistribuire i programmi di computer. La FSF promuove lo sviluppo e l'uso del software libero(come in libertà) -- in particolare il sistema operativo GNU e le sue varianti GNU/Linux -- e la libera documentazione per il software libero. La FSF aiuta anche a diffondere la sensibilizzazione dei problemi etici e politici della libertà nell'uso del software, e i suoi siti internet, all'indirizzo fsf.org e gnu.org, sono un importante fonte di informazione riguardo a GNU/Linux. Le donazioni in supporto del lavoro della FSF possono essere fatte a http://donate.fsf.org. Il suo ufficio è in Boston,MA,USA.

Contatti

John Sullivan
Free Software Foundation
+1 (617) 542 5942
campaigns@fsf.org

Document Actions

The FSF is a charity with a worldwide mission to advance software freedom — learn about our history and work.

fsf.org is powered by:

 

Send your feedback on our translations and new translations of pages to campaigns@fsf.org.